VAI ALLA LISTA DELLE GIORNATE DI SCAVO

CAMPAGNA 2019

1° SETTIMANA

2° SETTIMANA

3° SETTIMANA

4° SETTIMANA

5° SETTIMANA

6° SETTIMANA

7° SETTIMANA

8° SETTIMANA

9° SETTIMANA

10° SETTIMANA

VAI ALLE CAMPAGNE

14 AGOSTO 2019  

Resoconto della giornata di scavo

Area 6000

Lungo il limite occidentale del Settore Nord è stata completato lo scavo della fossa sepolcrale US - 6589, orientata W-E, di cui rimane pressochè il fondo, in quanto la porzione superiore del riempmento US 6586, nonchè il defunto ivi deposto, sono stati intercettati ed asportati dalla tomba di epoca succesiva US - 6556, precedentemente indagata. Più a sud sono stati messi in luce i resti mal preservati dell'inumato USK 6585, orientato W-E, il cui corpo è stato rasato orizzontalmente durante i lavori per la realizzazione del piazzale della chiesa ed è stato tagliato sia a nord che ad est da altre due tombe ad esso successive. Nella porzione meridionale e sud-orientale continua l'indagine di altre due fosse sepolcrali i cui riempimenti US 6583 e US 6582 sono caratterizzati dalla presenza di numerose ossa sparse, soprattutto crani ed ossa lunghe, adagiati all'interno delle suddette tombe per riempire gli spazi  vuoti. Lungo il limite settentrionale continua la messa in luce di USK 6571, che sarà completato nei prossimi giorni.

Nel Settore Sud si procede con lo scavo della riduzione all'interno della tomba a cassa litica e con la messa in luce di ciò che rimane del torace di un individuo in connessione anatomica, probabilmente il primo inumato ad essere sepolto all'interno della struttura litica, le cui ossa sono state quasi completamente spostate per fare spazio ai defunti successivi. Ad est continua l'esposizione di USK 6290, orientato W-E, il cui cranio, in norma laterale destra, prosegue in parte al di sotto della parete occidentale della cassa litica US 3040 ed è in parte ricoperto da una lastrina di ardesia che doveva costituire parte di una sorta di copertura, posta originariamente sopra l'inumato per isolare il corpo dal riempimento circostante. Nella porzione sud-occidentale continua la messa in luce dei resti scheletrici di tre individui in connessione anatomica che si intercettano a vicenda in uno spazio molto ristretto. In particolare due di essi, di cui si conservano solo gli arti inferiori (la porzione superiore del corpo prosegue al di sotto della sezione e dei limiti di scavo)sono orientati W-E, mentre il terzo è orientato S-N.

GUARDA L'ULTIMO REPORT VIDEO

Diario visualizzato 275 volte

GALLERIA DI IMMAGINI

VAI ALLE GALLERIE